.

.

lunedì 13 agosto 2012

My first day of school

Terribile. Giuro.. non saprei come altro descriverlo. Forse perchè sto vedendo tutto in negativo, si sto avendo un'altro crollo.. non pensavo davvero che poteva essere così traumatico e difficile.
Alla fine non è andata male se ci penso.. è che sono così negativa. Mi sento sola, ecco tutto. Perchè non riesco a capire niente di quello che mi dicono e continuo a ripetere "i don't understand" "sorry, repeat please".. mi stanco anche io alla fine, arrivando al punto di non voler parlare con nessuno, cosa che non devo fare sennò come lo imparo sto inglese. E avere la solita faccia da imbecille che non capisce un tubo secco e si impappina a non riuscire a formulare neanche una frase elementare. Appena mi fanno una domanda azzero il cervello.. è terribile.

Vabeh pasta con la tristezza e le mie lamentele.. vi racconto come è andata.

Mi ha svegliato Anita alle sette, sono andata a prepararmi e dall'ansia avevo un mal di pancia terribile. Mi sono vestita ho messo dei pantajeans blu e una maglietta a maniche corte bianca più il foulard di mQueen, profumata e pronta sono scesa a fare colazione. Yogurt e succo di frutta (mi sto dando alla dieta). Mi sono lavata i denti e io e Eugene siamo saliti in macchina per andare a scuola. Avevo una paura e un'ansia.. avrei voluto scappare, chiamare i miei genitori e ritornare a casa mia. Eppure ho mantenuto una calma inimmagnabile.. sono scesa, sono entrata e siamo entrati in segreteria. Per fortuna mi ha accompagnata fino a dentro e ha parlato per me. Appena sapevano che ero italiana partivano i "wooow really?!" "italy is very nice!" eblablabla. il preside è venuto a presentarsi e mi è sembrato molto gentile, è giovane e molto americano (strano)! Poi mi hanno fatto accomodare in un ufficio dove una donna cicciottella dava a ogni studente il proprio orario.Ho salutato Eugene che mi ha abbracciata forte forte, mi ci voleva proprio. Qui ho avuto il primo incontro ravvicinato con uno studente dell'High school di anadarko. Subito figuraccia perchè mi ha chiesto qualcosa.. già parlano veloce e si mangiano le parole, già io faccio fatica a capire e in più mi parlava anche a bassa voce. In sintesi mi ha chiesto da dove venivo.. tutto qui! Sembrava molto addormentato e annoiato. Intanto un'altra signora mi ha portato venti dollari da parte di eugene per il pranzo.. dai che tenero, non doveva!! Perchè tecncamente per queste cose dovrei sborsarli io i soldi!
Dopo che la signora ha finito con due studenti, ha chiuso la porta e mi ha organizzato il mio orario:















Poi mi ha fatto conoscere una ragazza a cui ha dato l'incarico di farmi da guida per la scuola, mostrandomi le aule e tutto il resto. Non è enorme, anzi.. alla domanda ci sono gli armadietti? Si ci sono ma a me non l'hanno dato .-. vabeh!
Prima ora matematica, sono arrivata naturalemente in ritardo ma non c'è stato problema, mi ha fatto accomodare all'unico banco libero, ovvero il primo, presentandomi come "She is a italian exchange student" seguito dai soliti "woooww" "really" e blablabla. (No guardate per scherzo) comunque appena mi ha consegnato un fascicoletto con tre fogli e letto che esercizi dovevo "imparare" visto che li stava spiegando sono scoppiata a ridere. Beh una soddisfazione enorme poterli fare subito senza nemmeno avere seguita la spiegazione, mi sono sentita una super intelligentona! Tra l'altro usano la solo la calcolatrice e vi faccio un esempio di esercizio : s-t (s-t) dove dovevo sostituire s con 2 e t con 3 . (ho preo l'esercizio più difficile) Ok non gasiamoci troppo mica che tra qualche settimana ho esercizi incomprensibili ahah
Ho subito conosciuto un ragazzo, avete presente i soliti secchioni dei film? occhiali, brufolosi, magri? Ecco era lui, ma è stato davvero un tesoro. Mi ha subito aiutata a compilare delle cose che avevano fatto prima che io arrivassi e si è voluto accertare che avessi fatto gli esercizi in modo corretto. Poi mi ha accompagnata nell'aula successiva (anche se lui seguiva un'altro corso), ovvero Biology. E' stato fantastico, mi sono divertita un sacco e mi sono torvata a mio agio. Eravamo in totale 5 alunni più questo professore simpaticissimo, vestito con una camicia hawaiana e portava gli occhiali da sole. Beh dovete capire che gli americani sono molto molto molto scialli. Tipo gente in chiabatte o in pantofole.. fanno quello che vogliono. Tipo mentre il professore spiega, guardano il cellulare, parlano, masticano la cicca, si girano, escono, si alzano. Bah, robe mai viste ahah e diciamo che i professori sono più "amici" degli studenti.
Tornando a noi a biologia sono stata davvero bene, perchè questi tre ragazzi: due ragazze e un ragazzo mi hanno accolta benissimo. Appena hanno saputo che ero italiana mi ha circondata e riempita di domande! Poi abbiamo parlato un sacco, si più loro che io, e il ragazzo mi prendeva il dizionario inglese- italiano e voleva che gli dicessi come si dicevano delle parole in italiano.
Ah piccolo appunto.. non riescono a dire il mio nome. Federica, per loro è impossibile.. ho provato a stare i minuti a insegnarglielo ma niente .-. non che io ci trovi tutta sta difficoltà.. vabeh molti di loro infatti mi chiamano "italy". no comment.
Comunque quel ragazzo mi ha anche detto che sono "bellissimo", si vabeh tengo in considerazione lo sforzo di cercare beautifull sul dizionario e del complimento ahah di lavoro, e ci ho messo mezz'ora per capire cosa dovevo fare e grazie a google translate ci sono arrivata, dovevamo scrivere delle ipotesi su come "i fagiolini crescono meglio sotto il sole". Del tipo che in un'ora di lezione non ho fatto niente.
Finita biologia il ragazzo di matematica, si scusate ma non ricordo neanche un nome, mi è venuto a recuperare e sono andata a fare inglese. La teacher è molto solare e simpatica.. il problema che non ho capito una signola cosa di quello che ha detto ne di cosa abbiamo fatto. Ha letto un brano e noi la seguivamo da una scheda che ci ha dato, per poi scrivere in una tabella delle cose che lei scriveva alla lavagna. Stasera mi rileggo bene tutto e cerco i termini che non conosco sul dizionario.. sennò è la fine. Qui non ho fatto amicizie, a parte un ragazzo dietro di me che mi ha regalato un evidensiatore! Troppo tenero! Mentre il ragazzo difianco a me mi ha fatto credere che fosse di Roma .-. E c'era anche una ragazza davanti a lui, che continuava a stuzzicare, che sembrava una barbie tutta perfettina. Bionda occhi chiari.. l'ho notata solo per questo.
Poi c'è stata storia, ecco questa è stata veramente terribile. Uno il professore non mi piace per niente e neanche i compagni. Continuava a parlare veloce, poi le ragazze mi facevano delle domande in una lingua incomprensibile e ridevano tutti assieme. Vabeh grazie per farmi partecipare ai vostri discorsi.. più che altro sembrava che ridessero di me, cosa che spero non sia così. Momenti imbarazzanti, che avrei voluto evitare. Per fortuna c'era la ragazza che mi ha fatto da guida che mi ha presentata una sua amica. Subito dopo c'è stata la pausa pranzo.. e sempre lei mi ha invitata ad andare al Mcdonald insieme a un'altra sua amica, molto molto cicciottella. Ho preso le patatine medie e l'acqua naturale. qui le chiamano, invece che chips come pensavo "french fries" O.o vabeh, io non lo sapevo!
Durante il tragitto mi hanno chiesto se conoscevo Justin Beaber, e dagli urletti sembrava che gli piacesse, e se avevo visto Jersey shore. Se mi piaceva la pizza e se l'italia era bella.
Arrivate a scuola mi hanno accompagnata nell'aula di Drama.. sembrava quella di high school musical! con un piccolo teatro e dei tavoli davanti. Mi ha consegnato un quaderno con dentro i copioni. Fantastico! Subito sono stata anche qui accolta da tre ragazze tutte contente di conoscermi! Solo che una voce al microfono ha detto che le ragazze dovevano andare in aula magna.. così ho lasciato quel bellissimo posto. Beh, anche l'aula magna non scherza per niente! Io che sono abituata al buco di aula magna della mia scuola.. ahah E' un teatro, sempre tipo quello di high school musical ahah! ci siamo sedute ci hanno consegnato un quadernetto e il preside ci ha spiegato un po di cose. Ok non so cosa e quel poco che ho capito non me lo ricordo ahah
Finito questa specie di riunione siamo ritornate in aula e questa ragazza che ha soluto che mi sedessi vicino a lei in aula magna, che tra l'altro continuava a ripetermi "i love your bag", ha voluto vedere le mie foto sul telefono fatte in italia.
Suonata la campana, sono andata a VOC Music.. anche qui è stato fantastico! Due ragazze, Megano ricciolina e bionda con gli occhi azzurri, e Kylee una ragazza bella robusta ma troppo simpatica! Tra l'altro io e Kylee compiamo gli anni lo stesso giorno!! ahah che coincidenze! Anche il professore è stato davvero gentile, si è messo a cercare di imparare un po di italiano! Abbiamo cantato una canzone, davvero bella.. e io sono soprana! (avevo anche mal di gola) a fine lezione Kylee mi ha chiesto se uno di questi giorni ci saremmo potute vedere per andare a vedere un film oppure a fare shoppin e sia lei che Kylee mi hanno chiesto il numero e ce li siamo scambiati. (anche se io ho ancora la scheda italiana)
Poi sono andata ad arte e niente di che, avevo come compito quello di disegnare topolino.
si dai eco notate lo sforzo, so che arrivo da una scuola artistica.. ma fate finta di niente ahaha
Durante questa lezioni ad un certo punto una voce ha chiamato la mia teacher e ha chiesto se "federica è li?" e gli ha detto di mandarmi in segreteria! Come sono avanti questi americani! Sono andata in segreteria e una signora mi ha chiesto se volevo tornare in pullman o con i mio host dad io ho fatto una faccia tipo "oddio è uguale" e lei ha mi ha detto ok 3.15 Eugene è qui a prenderti.
Occhei perfetto ahahah

Infatti alle 3.15 era li in piedi fuori dalla segreteria ad aspettarmi.. mi ha abbracciata forte e mi ha portata a vedere un volantino con scritto che domani ci sarà il tuta day, ovvero ci dobbiam vestire in tuta.. e poi ci saranno anche il pigiama day e altre cose ahah. proprio da scuola americana.

Sono tornata e sono salita in camera.. ho avuto un lungo pianto isterico, e ora sono qui a scrivere il blog. Mi mancano i miei geniotri, i miei amici e la mia scuola.. non dico che vorrei tornare a casa, ma nel corso di questa giornata mi sono chiesta molte volte "ma che cappero di decisione hai preso?!". E' brutto da dire ma non voglio nascondere niente a nessuno.. mi sento sola e vorrei essere a casa mia. Mi devo ambientare.. anche se ora vedo tutto in negativo, le cose cambieranno. Lo spero, e anche in fretta. Non pensavo potesse essere così una batosta emotiva.. o meglio lo sapevo, ma fino a che non ci passi non puoi realmente capire. Per ora tengo duro.. anche perchè altro non posso fare.


16 commenti:

  1. Oh my god... non mi rassicuri per niente dopo questo racconto del tuo primo giorno di scuola xD hahahah comunque finalmente mi hanno trovato la familyyyyyyy *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sooono contentissima per teeeeee!! Ho letto ma non ho mai il tempo per commentare, tra una cosa e l'altra. (sopratutto l'umore)

      Un consiglio? Liberati la mente e vivi tutto col sorriso. In ogni cosa, anche se ti sembra terribile, prova a trovare il lato positivo. Sarà dura, questo te lo dico, però è il nostro sogno (:

      Elimina
  2. ehi Fede !!!! mi dispiace sapere che stai cosi giu !!! sai che c'è ? penso che il problema sia che non hai neanche fatto in tempo ad arrivare ed ambientarti che hai gia dovuto cominciare la scuola e quindi ora ti sembra di dover affrontare troppe cose insieme !!! tieni duro e pensa positivo , sei hai letto il mio blog puoi avere la prova di come si possa passare dal sentirsi uno schifo al cominciare a sentirsi a casa ! un bacione stupenda <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si l'ho letto ma caspiterina tra una cosa e l'altra non riesco mai a finire un commento ! Sono un disastro.. comuqnue ti manderò un'email, perchp voglio saperne di più ;D (un tale tipo americano eheheh)

      ciao bellissima, un super mega bacione!

      Elimina
  3. Ciao Fede!! tranquilla questo periodo passerà..è solo l'inizio..la scuola americana è anche molto semplice, tranquilla!! inoltre ricordati che dall'italia ci sono tutti i tuoi amici che ti sostengono e sopratutto tieni duro!! andrà bene..magari esci con quelle ragazze x un po' di shopping :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Si devo tenermi occupata, così da non annegare nei pensieri. Grazie per aver commentato!! grazie grazie grazie!!

      Elimina
  4. Fede, credo che tu te la sia cavata molto meglio di come avrebbero fatto tanti, me compresa ;) Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille!! ricambio l'abbraccio!!! :D

      Elimina
  5. Ciao Federica!
    Mi chiamo Chiara e ho appena scoperto il tuo blog ed è davvero AWESOME! ahah ** No, sul serio mi piace un sacco! :D
    Quanto mi piacerebbe andare in america come te e incontrare la host family! E' il mio sogno da quando ero piccola. Purtroppo mi tocca aspettare qualche anno prima che i miei mi lascino. Intanto, mi leggo appassionatamente il tuo blog, cercando di immaginare quando toccherà a me. Mi sei davvero molto simpatica, e non ti ringrazierò mai abbastanza per aver creato questo blog. In pratica sto "vivendo con te" ogni momento che scrivi! E' bellissimo!Mado quando ti capisco sul fatto dell'inglese xD Qui in italia non spiegano niente -.-
    Un bacione!! ;) Ti ho chiesto l'amicizia su facebook!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Questi sono i commenti che mi riempiono di felicità. Sai quando ho creato questo blog una delle intenzioni era di far vivere il mio sogno a tanti altri, cercando di condividere emozioni e magari, in qualche modo, essere d'aiuto per futuri exchange student.
      Sono contenta che sia riuscita nel mio intento e non smetterò mai di ringraziarti per sostenermi leggendo questo blog.

      Spero che riuscirai a realizzare questo sogno, non scoraggiarti mai e realizzalo. nonostante ci saranno tanti momenti bui, dove ti sentirai smarrita e tutte le tue certezze le vedrai cadere. Questa è l'esperienza più bella, e nonostante come hai potuto leggere sono arrivata al punto di voler mollare, rifarei questa scelta altre milioni di volte.
      scusa se ti ho risposto così tardi, ti ho accettata comunque.
      ti mando un abbracci forte!!
      e grazie ancora :D

      Elimina
  6. Finalmente ho trovato il pulsante ed ora sono ufficialmente una sostenitrice del tuo blog!
    Vedrai ce ogni giorno andrà sempre meglio alla fine tutti i primi giorni sono un po' traumatici soprattutto quando vieni catapultato dall'altra parte del mondo|
    Questione di pochi giorni e sarai una delle più cool della scuola :)
    Comunque devo chiederti un favore DOVE DIAMINE HAI TROVATO IL CONTAVISITE? ne vorrei mettere uno nel mio blog ma ne ho trovati solo di obrobriosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scuuuusa sono un disastro, finalmente ho trovato il tempo di rispondere a tutti !! Grazie per seguirmi e sostenermi sopratutto! Mi dai forza, e anche tanta!!!

      Sai che non lo so?! aspetta vado a vedere e ti riscrivo ahahah (:
      bacio!!

      Elimina
    2. statistiche del blog.
      Sono una schiappa in queste cose e è l'unico che c'era, o meglio che ho trovato io..è tra le prime cose dei gadget da aggiungere. poi puoi scegliere se avere il grafico o no. Prova se non lo trovi dimmelo che provo a spiegartelo meglio :D

      Elimina
    3. Oh Grazie! Ce l'ho fatta e mi sento molto realizzata! Ho il mio blog da secoli ma ogni volta che faccio qualche modifica quelli di Blogger aggiornano la grafica e vado in palla!
      Dai vedo che le cose stanno migliorando! Finalmente hai trovato una buona amica con Anita sei forte e ce la farai :)

      Elimina
  7. Ciao leggo il tuo blog perchè a gennaio partirò anch'io per gli USA (Si, sempre con youabroad) e diciamo mi sto immaginando io al tuo posto :D ! Non vedo l'ora ma allo stesso tempo ho una paura enorme :D ! Se vuoi accetta l'amicizia su facebook :) un abbraccio !
    ps a breve inizierò anch'io a scrivere un blog così almeno rimarrà tutta l'esperienza da rivivere quando voglio ;)mi hai dato un'ottima idea :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena hai il blog fammi avere il link così ti seguirò anche io! Si ti capisco.. l'ansia e la paura prima della partenza, è stato un periodo lungo e carico di emozioni, a volte anche difficile.. Le paure ci sono ovviamente, è normale.. pure il giorno in cui sono arrivata in america mi chiedevo se avessi fatto la scelta giusta. E credo di si, nonostante sia qui da quasi un mese. Viviti gli ultimi mesi qui e poi buttati e non scoraggiarti mai!! Sarà difficile ma non ti sentirai mai sola, vedrai (:

      un abbraccio!!!

      Elimina